PROGETTO INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO

Inquinamento :Quanti tipi ne conosciamo?

Atmosferico, Ambientale,Acque , Acustico.

Il Problema esiste ma non si vede :

Inquinamento Elettromagnetico domiciliare 

cause, effetti e rimedi

Storicamente parlando dei primi effetti ,le onde elettromagnetiche inquinanti vennero osservati e studiati durante la seconda guerra mondiale, furono i radaristi a pagare le conseguenze di un’esposizione inconsapevole alle microonde.
Lo studio di queste particolari onde ha posto le basi di numerosissime tecnologie che oggi ci circondano: forni a microonde, radiodiffusione e telediffusione, reti per la telefonia cellulare, apparati wireless (campi ad alta frequenza) e persino le infrastrutture per il trasporto dell’energia elettrica (campi a bassa frequenza).

ALCUNI DEI FATTORI INQUINANTI SONO GLI ELETTRODOTTI

In natura esiste un elettromagnetismo di fondo generato dalla Terra e dalla sua atmosfera che, nel corso dell’evoluzione, ha consentito lo sviluppo degli organismi viventi coesistendo con tutti i sistemi biologici. Altra forma di energia elettromagnetica, fondamentale a tutte le forme di vita, è la luce solare.

Al naturale livello di fondo si è aggiunto, al passo con l’evoluzione della tecnologia, l’elettromagnetismo delle sorgenti legate alle attività dell’uomo. Le emissioni a cui siamo maggiormente esposti sono presenti all’interno delle nostre case, generate dagli elettrodomestici da cui siamo circondati e che utilizziamo quotidianamente come la lavatrice, la lavastoviglie, l’aspirapolvere, la televisione, l’asciuga capelli, il rasoio elettrico, ecc.

Effetti delle radiazioni inquinanti e cosa comportano

Gli effetti di queste radiazioni sono principalmente due:

Effetti termici: riscaldamento cellulare dipendente ; Questo implica che a un aumento delle radiazioni segue un aumento dell’effetto. Per capire meglio pensiamo all’effetto che ha il microonde casalingo sui cibi, più lasciamo che questo agisca più saranno caldi.

Effetti biologici: danneggiamento del DNA con una compromissione della capacità cellulare auto-riparante. Quest’effetto si presenta senza riscaldamento cellulare o altre manifestazioni apprezzabili, non rispettando inoltre il principio di “dose-risposta”. In questo caso la materia quindi non reagisce alla potenza del segnale, ma al segnale stesso!

PREVENIRE è MEGLIO CHE CURARE

Distanza di sicurezza dalle fonti inquinanti

Limitazione del tempo di esposizione

Schermature della fonte

La soluzione al problema :PER INFO …..